Storia di Charlotte

testo di Laura Forti

regia e contributi video Teo Paoli

musiche originali di Enrico Fink e Teo Paoli
eseguite dal vivo da Enrico Fink

con Lavinia Rosso, Silvia Baccianti, Alessandro Mazzoni

ANNO DI PRODUZIONE: 2010
Spettacolo prodotto in collaborazione con la Comunità Ebraica di Firenze in occasione della Giornata della Cultura Ebraica 2010

L'artista: Charlotte Salomon, figura emblematica della cultura europea dei primi anni del novecento, spazzata via dalla dittatura nazifascista e dalla follia antisemita.

La sua opera: settecentoottantacinque dipinti a gouache che ripercorrono e romanzano la sua vita, le sue aspettative e i suoi drammi inscindibilmente collegati alla tragedia incipiente, corredati da frasi, scritte, suggerimenti musicali, raccolti sotto il nome provocatorio di “Vita? O teatro?”

È questo incontro-scontro che lo spettacolo racconta: l’esistenza concreta e la finzione narrativa, l’esperienza e l’atto creativo, l’emozione e la rielaborazione, in un confronto fra la protagonista e il suo alter-ego letterario Charlotte Kann.

Uno spettacolo visionario, nel cui ritmo sincopato si materializza un dialogo nel quale vita personale, emozioni, vicende collettive e politiche si intrecciano indistricabilmente fino a divenire un'unica storia - la storia di Charlotte - a ricordarci come i grandi eventi e le grandi tragedie della Storia si ripercuotano inevitabilmente su milioni di esistenze individuali rendendo ognuno di noi inconsapevole e involontario protagonista.

Hanno detto dello spettacolo

“…(...) la ben congegnata regia di Teo Paoli mantiene i diversi piani dell'opera della Salomon: parole, pittura e musica. Se il centro della scena è dedicato agli attori, sul fondo scorrono i dipinti dell'artista, mentre Enrico Fink gestisce la parte musicale ricreando dolcemente il mondo di Charlotte. Accattivante l'uso delle proiezioni: basta un lenzuolo per avere una finestra aperta sulla città grazie alle immagini in bianco e nero dei fatti dell'epoca. (...) Ottima l'interpretazione di Lavinia Rosso, che sa trasferire sulla scena sofferenze e nevrosi della protagonista, brava anche Silvia Baccianti nel ruolo della narratrice. (...) …”

Gherardo Vitali Rosati (Corriere della Sera)

"(...) ciò che emerge dalla struggente storia è un dialogo nel quale vita personale, emozioni, vicende collettive e politiche si intrecciano fino a divenire un'unica storia: la storia di Charlotte Salomon. È una storia al femminile, in cui la dimensione intima e l'evento minimale emergono in primo piano a ricordarci come i grandi eventi e le grandi tragedie della Storia si ripercuotano inevitabilmente su milioni di esistenze individuali rendendo ognuno di noi inconsapevole e involontario protagonista."

Roberto Incerti (La Repubblica)


GENERE: Spettacolo di prosa con musica dal vivo e video

DURATA: 60 minuti

ETÀ CONSIGLIATA: pubblico adulto e scuole secondarie di 1° e 2° grado

 

CENTRALE dell'ARTE
via della Vigna Nuova 4 - 50123 Firenze
C.F. 94052720482 - P.IVA 04670100488