Alì Babà

Una delle più celebri fiabe delle Mille e una notte portata in scena da Centrale Produzioni in un allestimento che ne esalta l'orientale magia. In una scena continuamente trasformata dal video, dai giochi di ombre e luci e dalla macchineria teatrale, la bella Sherazade accompagna i piccoli spettatori all'interno della fiaba dove, fra boschi, grotte dorate, mercati orientali e stanze meravigliosamente arredate, conosceranno le vicende di Alì Babà, della sua furba governante Margiana, dell’avido fratello Qassim e del perfido ladrone Mustafà.

Dal racconto di Sherazade i luoghi e le vicende si materializzano sulla scena come in un sogno: oggetti che appaiono e scompaiono, personaggi che si rivelano come ombre, suoni e atmosfere musicali. Le canzoni originali di Teo Paoli scandiscono il “gioco” teatrale attraverso cui si narra la vicenda di Alì Babà, del tesoro dei ladroni, dell’avido fratello Qassim che vuole il tesoro per sé, e della sua cattura da parte di Mustafà e dei quaranta ladroni.

La fiaba di Alì Babà elabora alcuni temi importanti per il bambino durante il suo percorso di crescita:

- il rapporto a volte conflittuale con i fratelli;

- il difficile equilibrio fra fiducia verso il prossimo e auto-tutela;

- la necessità di condividere problemi e difficoltà;

- l’importanza dell’aiuto che ci può giungere dalle persone vicine;

Inoltre, nella sua naturale ambientazione in un paese medio-orientale, la fiaba offre un’occasione per stimolare una riflessione interculturale, sempre più importante all’interno delle nostre scuole in cui la presenza di bambini immigrati apre nuove tematiche e problematiche.

CENTRALE dell'ARTE
via della Vigna Nuova 4 - 50123 Firenze
C.F. 94052720482 - P.IVA 04670100488