Teatro Civile

 

Fare teatro civile significa, per noi, cercare i canali, gli strumenti e I linguaggi per entrare in contatto con la società. Un teatro, quindi, che sfugga dai canoni, dai luoghi e dai cliché del teatro tradizionale, per contaminarsi con il video, la danza, la musica, ma anche con il reading, con il reportage, con il talk-show; da un lato con spettacoli-evento legati ad un luogo o ad uno specifico tema, dall’altro con spettacoli costruiti per la circuitazione, che nascono da percorsi di ricerca su temi importanti della nostra memoria e dell’attualità.

Nell’ultimo decennio la nostra attenzione si è concentrata sul tema della Memoria, con spettacoli dedicati alla Seconda Guerra Mondiale (“L’Arno scorre a Firenze” 2005), alla società post bellica (“La donna che sbatteva nelle porte” 1998 – “Le vicende di Carlo e Alice” 2007 – “L’ultima generazione” 2008) e, con la “Quadrilogia della Memoria”, al tema della Shoah (“Dimmi” 2004 – “Di razza” 2010 – “Storia di Charlotte” 2011 - “Vuoti a perdere” 2013).

CENTRALE dell'ARTE
via della Vigna Nuova 4 - 50123 Firenze
C.F. 94052720482 - P.IVA 04670100488