La Regina della Neve di Andersen al Puccini

Hans Christian Andersen non ha bisogno di presentazioni. È un nome talmente famoso che in genere non ti fai domande su di lui, neanche quelle più elementari. In realtà, come succede con questi personaggi, sapevo ben poco sul suo conto ma pensavo di conoscerlo per il solo fatto di sapere a grandi linee chi è e cosa ha scritto. In realtà non avevo letto niente sulla sua vita e grazie a mia figlia piccola ho scoperto un particolare che secondo me, può essere ispiratore.

La sua infanzia fu segnata da una povertà estrema. La sua era una di quelle famiglie piene di problemi legati anche alla loro condizione: ignoranza, malattia, precarietà. Inoltre pare che egli fosse stato parecchio sgraziato di aspetto, cosa che lo fece soffrire non poco nel rapporto con i suoi pari durante l'infanzia e l'adolescenza.

Eppure Andersen parlava della sua vita come di una fiaba, riuscendo a coglierne la magia di ogni momento vissuto, a discapito della triste realtà che lo circondava. Pare sia stato suo padre a fargli due doni preziosi: la fantasia e l'amore per la lettura. Facendo tesoro di questi regali il nostro autore riuscì non solo a elevare la sua condizione ma anche a donare al mondo molte delle fiabe che sono patrimonio di tutti.

Questi due regali così preziosi, così semplici, eppure così difficili da donare. Ci vuole tanto, ogni sera, per leggere storie ai propri figli nonostante la stanchezza, per inventare storie insieme a loro ogni volta che i doveri quotidiani lo permettono. Sembrano cosette fatte solo per passare il tempo e invece...

Una gran bella persona questo Hans. Un grazie a mia figlia che con il suo compito mi ha fatto fare questa bella scoperta, e un grazie anche alla scuola che fa tante cose per gli studenti, ma anche per noi genitori.

Tutto questo per ricordarvi che, domenica 18 dicembre alle 16,45, Centrale dell'Arte presenterà La Regina della Neve, un suo riadattamento libero dalla fiaba di Hans Christian Andersen, al Teatro Puccini di Firenze.

La storia narra la storia di Gerda, alla ricerca del suo amico Kaj, rapito dalla Regina delle Nevi. La messa in scena regala allo spettatore un'atmosfera magica grazie all'uso delle luci e alla continua trasformazione delle scenografie.

È uno spettacolo per tutta la famiglia, non potete mancare.

Per altre informazioni sullo spettacolo, questa è la scheda.

 

CENTRALE dell'ARTE
via della Vigna Nuova 4 - 50123 Firenze
C.F. 94052720482 - P.IVA 04670100488